giovedì 7 giugno 2012

Sei..

Parlarti non è facile
e vederti mi fa stare male
toccarti è un'alibidine
sarebbe un sogno

Vorrei sfiorarti,
vorrei proteggerti
da chi ti fa del male

Vorrei suonare
vorrei parlare di me
e di me...

Sei stata e sei
come qualcosa da lontano
sei stata e sei come qualcosa che si ha già

Sei stata e sei
come una spinta contro mano
e sei ancora
un mio punto d'arrivo

Sei stata e sei
una giornata di gennaio
sei stata e sei
quella luce sul soffitto

Sei stata e sei...
sei stata e sei...
e intanto io ti penso..

Ho deciso cosa fare questa notte
più o meno..
voglio stare vicino a te
vicino a te..


Nessun commento:

Posta un commento